Fratelli! Sorelle!
Ascoltate!
GOLDEN AGE DESIGN nasce dal sangue!
Questo e il fermo punto ai partenza.
E' il sangue della violenza, dell'indifferenza,
della contraddizione e dell'incertezza,
doloroso tributo dovuto a causa della Colpa
(il Grande Peccato originale del XX Secolo!):
la presunzione di poter ottenere,
con la forza della mano e dell'intelletto,
il dominio sulla Natura.
L'occidentale ha imparato a conoscere un livello
di benessere materiale prima sconosciuto
(mediamente), ma a che prezzo!
La confusione dello spirito, la mancanza
di significati profondi nei gesti della vita,
il fuori di se’ che prevale sul dentro di se’.
Quale orribile conseguenza!
Chi di noi può dire di sentirsi
intimamente puro?
Chi di noi è padrone della propria vita,
e non piccola pallina dentro il disco
di una immensa roulette mondiale?
Chi di noi non è distratto ed attratto continuamente
da cianfrusaglie e stupidaggini?
Ed infine, chi di noi non si aggrappa
disperatamente
a qualche schema, genere, ideologia, persona
o automezzo?

Ribelliamoci, dunque, Fratelli!
Rivoltiamoci, perciò, sorelle!
L'alba di una nuova ETA' DELL'ORO sorgerà solo
dalla volontà di espiazione della Colpa!

Maurizio Castelvetro GOLDEN AGE DESIGN 1985-1987



Il benessere diffuso a livello di massa crea un nuovo tipo di abitante della Terra, sempre più libero dalla necessità di soddisfare gli elementari bisogni fisici, sempre più evoluto culturalmente, spiritualmente in dinamica evoluzione; nuovi cittadini del mondo, viventi in un ambiente ad alto contenuto comunicativo, dalle necessità spirituali progressivamente sofisticate.

E' storicamente inevitabile che l'ambiente muti con l'abitante, diventando la diretta rappresentazione fisica del gusto e della cultura dell'epoca.

In questo senso GOLDEN AGE DESIGN vuole essere un segnale di una inevitabile evoluzione dell'umanità progredita verso una più alta e vera qualità della vita e dei rapporti sociali in un contesto ad alta valenza psichica, pur in mezzo alle angoscianti contraddizioni di questa fine del secolo.

Tornando a considerare la Natura come madre e non come oggetto d'uso, e la Tecnologia come strumento al servizio della conoscenza e non del profitto o del Potere.




La collezione di mobili GOLDEN AGE DESIGN nasce nel 1985 come ipotesi concettuale di ricerca estremista sulla decoratività e sulla comunicatività della forma alle soglie del XXI Secolo.

La collezione di mobili GOLDEN AGE DESIGN rappresenta una moderna ipotesi progettuale riguardante l'ambiente futuro: in questo senso si pone su una linea di continuità con il discorso delle avanguardie artistiche del XX Secolo (particolari affinità affettive col Futurismo).

La collezione di mobili GOLDEN AGE DESIGN (in unione con la collezione di G.T. Garattoni THE DECLINE OF WESTERN CIVILIZATION) fa parte di un progetto unitario riguardante l'ambiente domestico prossimo venturo, denominato " XXI SIECLE - SPIRITUAL FURNITURE IN MODERN LIFE "

I mobili della collezione GOLDEN AGE DESIGN sono pensati come acceleratori emozionali ad elevato contenuto materiale, sintattico e semantico: oggetti d’uso funzionali sopratutto in senso psichico.

Ognuno di essi vuole rappresentare un armonioso (ed elegante...) maximum comunicativo, capace di agire sul fruitore a molteplici livelli (conscio, subconscio ed inconscio; allo stesso tempo si vuole creare una nuova serie di forme e decorazioni che, senza negare la Storia, evitino citazioni postmoderniste, sbrodolature simboliste ed/o insignificanti formalismi.

Qui si parla di una ricerca (leggi: bisogno) di Forza, di Bellezza, di Armonia, di Essenzialità, di Naturalità, di Emozioni: in una parola, si parla di VITA.

Cattolica, aprile 1988